L’attività di tutela e divulgazione dei diritti dei consumatori dell’IMCO

diritti consumatori

diritti consumatori

Secondo i dati del 9° quadro di valutazione dei consumatori europei, il Consumer Conditions Scoreboard, la maggioranza di essi non conosce i propri diritti.

Come sostiene anche l’onorevole del PPE Tiziano Motti, questo è dovuto principalmente alla scarsa informazione al riguardo; l’eurodeputato è membro dell’IMCO, la Commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori, che coordina le norme e la libera circolazione delle merci nel mercato unico dell’UE.

Gli obiettivi della Commissione sono descritti nell’Agenda europea dei consumatori, documento nel quale l’Unione europea raccoglie, innanzitutto, la sfida offerta dalla rivoluzione digitale.
Le nuove tecnologie da essa veicolate consentono la diffusione immediata e capillare delle notizie, e possono essere utilizzate per divulgare i diritti del cittadino; a tal proposito è indispensabile che sia rafforzata l’accessibilità di questi strumenti, affinché possano usufruirne anche i disabili e gli anziani.

La semplicità nel reperire informazioni rende allo stesso tempo complicato discriminare quelle utili da quelle che non lo sono; al momento di scegliere come comportarsi in caso di mancato riconoscimento dei propri diritti, purtroppo, la maggior parte dei cittadini si affida a canali come i siti web, che spesso sono poco affidabili.
La scarsa conoscenza delle regole caratterizza anche l’e-commerce, un settore in rapida crescita, in particolare per i prodotti provenienti dai paesi extra-europei. La Commissione per il mercato interno sta rafforzando e diffondendo le norme sugli acquisti online; secondo i dati raccolti risulta infatti che 7 europei su 10 non sanno come comportarsi se ricevono un prodotto che non hanno ordinato.

L’Agenda analizza altri settori chiave nella tutela del consumatore, quali i servizi finanziari, i viaggi e i trasporti, e l’energia.
Lo sviluppo delle tecnologie nel settore finanziario ha condotto alla diffusione dei servizi bancari a domicilio, che semplificano la vita ai cittadini, ma verso i quali si nutre molta diffidenza; quello finanziario è un mercato nel quale c’è poca trasparenza, e necessita di leggi più chiare.
La liberalizzazione nei trasporti ha accresciuto la concorrenza, offrendo molteplici possibilità di scelta al viaggiatore, senza garantirne, però, la sicurezza. Per tutelare concretamente il passeggero si deve operare per eliminare le pratiche sleali e le irregolarità.
Per quanto concerne il settore dell’energia, anche in questo caso la liberalizzazione ha migliorato la vita dei consumatori, dando loro la possibilità di scegliere il proprio gestore. Solo poche persone riescono, però, ad usufruire concretamente di questo vantaggio: la misurazione e individuazione dei consumi effettivi, è un’operazione complessa.
I cittadini europei hanno, inoltre, una ridotta conoscenza delle misure di efficienza energetica e delle energie rinnovabili.

Il settore più importante in una politica dei diritti del consumatore è quello relativo alla sicurezza dei prodotti, dei servizi e degli alimenti.
Un fenomeno preoccupante, al riguardo, è la mondializzazione della catena di produzione; l’85% dei giocattoli, ad esempio, è prodotto in Cina. La mondializzazione abbatte notevolmente i costi, un fattore determinante in tempi di crisi economica, aumentando, però, i rischi.
Il rischio più grave è, attualmente, quello alimentare; l’Unione europea sta potenziando i controlli e le norme in questa direzione, ma c’è ancora molta strada da fare.
Per rendere davvero sicuro il mercato unico occorre la cooperazione delle autorità nazionali e delle forze dell’ordine, all’interno e all’esterno dell’UE, in un processo che deve coinvolgere i consumatori e i produttori di ogni singolo Stato membro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...