Una campagna dell’UE, per tutelare i diritti dei viaggiatori

passeggeriSecondo i dati raccolti dalla Commissione europea, solo il 34% dei viaggiatori aerei dell’UE conosce adeguatamente i propri diritti di passeggero, il 59% non ha sufficienti informazioni al riguardo, e il 7% ne ignora, addirittura, l’esistenza. Per questo motivo, la Commissione ha progettato una campagna informativa, che consiste nell’affissione di manifesti e nella distribuzione di opuscoli all’interno di aeroporti, porti, stazioni e autostazioni, e nella creazione di un sito web (http://ec.europa.eu/transport/passenger-rights/it/index.html).

La campagna “I diritti dei passeggeri” dedica particolare attenzione alle persone con disabilità – fisiche, sensoriali o intellettive -, e a quelle con difficoltà motorie, o anziane, poiché, statisticamente, una su cinque incontra difficoltà negli spostamenti. Secondo la normativa vigente, esse hanno diritto a un’assistenza gratuita durante i viaggi in aereo, che deve essere prenotata circa 48 ore prima dell’imbarco.

in viaggioIl servizio implica l’aiuto negli spostamenti o nell’identificazione delle aree più importanti dell’aeroporto, come il check-in, l’imbarco o la toilette; nella fase che precede il decollo, inoltre, un’assistente di volo deve guidare la persona disabile verso il suo posto, e illustrarle in modo opportuno il funzionamento dei dispositivi di emergenza. All’arrivo a destinazione è, infine, necessario, fornirle un aiuto per il ritiro dei bagagli. L’assistenza gratuita è garantita anche nelle stazioni ferroviarie provviste di personale competente.

Nel caso in cui questi diritti non vengano rispettati, si può fare un reclamo all’aeroporto o alla compagnia di trasporto. Se non si riceve risposta entro un mese, si deve inoltrare la rimostranza all’autorità nazionale responsabile della legislazione vigente.  Il progetto “I diritti dei passeggeri”offre ai cittadini UE preziose informazioni su disagi molto frequenti come la cancellazione di un viaggio, i ritardi e la perdita del bagaglio.

Tra i contrattempi più comuni, c’è anche quello relativo all’overbooking, una pratica poco “etica”, che è stata oggetto di un’interrogazione parlamentare dell’onorevole del PPE Tiziano Motti.
L’eurodeputato ha interrogato la Commissione sui diritti che le compagnie aree dovrebbero rispettare nei casi di “sovraprenotazione”, ovvero informare anticipatamente i passeggeri della possibilità di restare a terra, e di quella di ottenere un’agevolazione tariffaria per il disagio che potrebbe essere loro arrecato. Motti sottolinea, inoltre, che la normativa UE garantisce la “priorità di riprotezione sui voli successivi di minori non accompagnati”, ma non assicura che una famiglia viaggi unita in caso di mancato imbarco di una parte dei suoi componenti.

Un altro dato significativo raccolto dalla Commissione europea, che testimonia la scarsa conoscenza dei diritti dei viaggiatori, è quello secondo il quale il 66% dei passeggeri UE acquista un biglietto senza informarsi sui diritti contrattuali. A tal proposito, è consigliabile leggere sempre con attenzione le condizioni di viaggio, sia che si tratti di un semplice volo aereo, che di un “pacchetto vacanza” per motivi turistici o di studio.

Per quanto concerne, infine, l’assistenza sanitaria, è utile sapere che, nel caso in cui lo spostamento avvenga all’interno dell’UE o in uno dei paesi convenzionati – Islanda, Norvegia, la Svizzera e il Liechtenstein – è possibile usufruire degli stessi diritti dei cittadini del paese ospitante.  Al contrario, se la vacanza avviene in paesi extra UE, è preferibile stipulare un’assicurazione sanitaria di viaggio, per non incorrere in brutte sorprese. Questo accorgimento diventa indispensabile nel caso in cui ci si diriga verso Stati Uniti e Canada, poiché in queste zone la sanità è quasi interamente privata, e, quindi,  molto costosa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...