Il 112 come strumento per tutelare gli anziani e i disabili

112-Carabinieri

In molti Stati membri dell’Unione europea, l’azione di supporto agli anziani e ai disabili, da essi svolta, non riesce a soddisfare tutte le pressanti necessità di queste due categorie svantaggiate.
Recentemente, alcuni eurodeputati, tra i quali l’onorevole del PPE Tiziano Motti, hanno richiamato l’attenzione della Commissione europea su un aspetto di questo problema, tramite un’interrogazione parlamentare. Essa è uno strumento diretto di controllo parlamentare sull’operato delle istituzioni e degli organi dell’Unione europea, e consiste nella richiesta di informazioni riguardo a una notizia e agli eventuali provvedimenti che l’UE intende prendere in merito.
Gli eurodeputati hanno posto alla Commissione alcuni quesiti riguardanti il potenziamento del numero di emergenza 112 – che era stato oggetto di una risoluzione parlamentare del 2011, – quale strumento di supporto per tutti i cittadini dell’UE, poiché solo il 27 % di essi ne è a conoscenza. Hanno chiesto, dunque,  alla Commissione di agire per sostenere i paesi membri nel mettere in atto campagne di promozione e sensibilizzazione sull’utilizzo del 112, e che ne fosse, inoltre, garantita l’accessibilità anche ai disabili e agli anziani.
L’eurodeputato Tiziano Motti, tramite la sua associazione Europa dei diritti e la Fondazione Tiziano Motti, svolge da tempo un’attività di informazione e di aiuto ai cittadini, per quanto concerne i loro diritti e i servizi a loro disposizione sul territorio; in tal senso, Motti pone una particolare attenzione verso le categorie svantaggiate, quali i minori, le donne, gli anziani  e i disabili. L’europarlamentare, tra l’altro, è promotore del progetto Mobilità Gratuita, che sopperisce al servizio di trasporto disabili, nei comuni che non sono in grado di fornirlo.

Molti stati membri dell’UE, Italia compresa, non hanno trovato una soluzione definitiva al problema degli anziani che vivono da soli, che con l’estate diventa più urgente.
Una persona anziana con mobilità ridotta, o affetta da gravi patologie, così come una persona disabile, non può vivere da sola, in quanto ha bisogno di un ausilio costante per poter svolgere le normali attività quotidiane. A tal proposito, le residenze e gli istituti di cura privati o comunali, o le assistenti familiari, possono risolvere il problema, ma non tutti gli anziani possono permettersi una spesa del genere.
Il numero degli anziani che vivono da soli è piuttosto alto: questo avviene, oltre che per i già citati motivi economici, perché molti di essi non hanno figli o un coniuge che si occupi di loro, o perché, purtroppo, le persone a loro care li lasciano soli. L’abbandono più grave che essi subiscono, però, è da parte delle istituzioni, le quali, a causa dei continui tagli alle spese, sono costrette a  relegare il sociale in secondo piano.
In estate le cose si complicano, in quanto, oltre al fatto che la città si svuota e i servizi diminuiscono, arriva il caldo, e gli anziani sono tra i soggetti più a rischio di malori e disidratazione. Per questo motivo, numerose associazioni di volontariato e strutture comunali organizzano iniziative di prevenzione e supporto. Si tratta, innanzitutto, della distribuzione di vademecum per difendersi dal caldo; in parallelo a queste guide, esse offrono anche attività ludico-ricreative o laboratori, assistenza sociosanitaria e psicologica, e una serie di preziosi gesti di aiuto all’anziano, come ad esempio tenergli compagnia, o fare delle piccole commissioni per lui.
Per quanto vitali per il buon funzionamento della struttura sociale, queste iniziative non garantiscono, però, la sicurezza degli anziani e dei disabili nei contesti di emergenza; per questo motivo, è indispensabile che la richiesta fatta durante l’interrogazione parlamentare, inerente al potenziamento del 112, sia seguita da un concreto cambiamento.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...