Diete lampo: gli errori più comuni

Come avviene ogni anno in questo periodo, in rete e in televisione abbondano i consigli alimentari per l’estate e le news degli ultimi trend in fatto di diete. Ma la tentazione di perdere chili in modo quasi miracoloso, unita ad una limitata educazione alimentare, porta spesso a compiere delle scelte poco sagge e dannose per l’organismo.
Le “diete lampo” puntano infatti al taglio indiscriminato delle calorie, facendo prediligere cibi che ne contengono poche e che sono molto poveri di nutrienti utili.
Per poter intraprendere un regime dietetico senza conseguenze negative sulla salute è invece necessario approcciarsi alle diete in modo consapevole, imparando a conoscere il valore nutrizionale ed energetico dei cibi, per poter scegliere quelli più adatti.

Secondo l’eurodeputato Tiziano Motti, i cittadini hanno il diritto di conoscere adeguatamente le informazioni relative ai cibi che acquistano: in primis, quelle contenute nelle loro etichette alimentari, che devono essere scritte in modo chiaro e leggibile, e contenere notizie dettagliate sulla provenienza dei cibi acquistati e sui nutrienti in essi contenuti.
Motti è favorevole a una rapida attuazione della normativa europea inerente alle etichette, alla quale molti produttori italiani non si sono ancora adeguati.

Oltre ad acquisire maggiore consapevolezza sul valore degli alimenti, chi vuole intraprendere una dieta deve anche evitare alcuni errori molto comuni.
In un regime dietetico corretto la riduzione calorica non deve mai essere maggiore di 500-1000 calorie, rispetto a quelle che si assumono abitualmente: per poter funzionare correttamente e affrontare lo stress di una dieta, l’organismo ha bisogno di energia, che ricava dalle giuste dosi di nutrienti per lui essenziali.
L’INRAN, Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione, ha costruito una piramide alimentare dei cibi fondamentali nella moderna dieta mediterranea.

piramide_520

I nutrienti essenziali all’organismo sono dunque acqua e alimenti di origine vegetale. Molte diete invece, specie quelle fatte dagli sportivi e dai culturisti, sono al contrario troppo ricche di proteine animali.
Questo tipo di regimi alimentari sono molto pericolosi e possono essere seguiti per un periodo massimo di due settimane.
L’eccesso di proteine animali nel sangue può determinare ipercolesterolemia e acidosi nel corpo, con il rischio di alterare inoltre l’equilibrio elettrolitico, causando perdita d’acqua e successiva disidratazione; la perdita di liquidi comporta un iniziale calo di peso, che però non corrisponde a una diminuzione della massa grassa, bensì tende ad incrementare la perdita di calcio tramite l’espulsione urinaria e ad esaurire le scorte di glicogeno.

Secondo i  nutrizionisti, una dieta equilibrata deve garantire un livello glicemico stabile e far mantenere al corpo un metabolismo attivo. Gli alimenti da prediligere nell’alimentazione dietetica ma anche in quella abituale dovrebbero essere alcalini, sani e possibilmente di stagione.
Per mantenere costante il livello glicemico occorre assumere cibi che diminuiscano lo stimolo fisiologico della fame, come ad esempio i cereali integrali. Per quanto concerne il metabolismo, esso viene rallentato dalle diete lampo estive, che apportano un dimagrimento rapido seguito da un altrettanto rapido incontrollato aumento di peso. Se, infatti, inizialmente l’organismo reagirà alla diminuzione calorica con il dimagrimento, dopo un po’ di tempo si abituerà al ridotto numero di calorie e rallenterà il metabolismo, con la conseguenza che, non appena si riprenderà a mangiare come prima, si ingrasserà molto più velocemente.

Per questo motivo è indispensabile evitare anche i digiuni o le diete mono-cibo, come ad esempio quelle a base di frutta, verdura, tisane dimagranti, centrifugati e frullati, che apportano all’organismo pochissime calorie ma anche pochissimi nutrienti. Questo tipo di regimi alimentari causano la diminuzione della massa magra, ossia quella  muscolare, lasciando quasi inalterata la massa grassa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...