Smart drugs: sballo a basso costo e ad alto rischio

smart-drugs-effetti

L’ultimo rapporto dell’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze, inerente all’uso di sostanze stupefacenti da parte dei cittadini europei, riporta dati allarmanti. Il numero dei consumatori occasionali di droghe in Europa è altissimo: sono circa 70 milioni gli europei che dichiarano di averne fatto uso almeno una volta nella vita, e tra questi 20 milioni solo nell’ultimo anno; per quanto concerne invece, i consumatori abituali, sono circa 3 milioni, cifra che equivale all’1% dell’intera popolazione europea.
Pare dunque che la crisi economica, che ha messo in difficoltà moltissime persone, obbligandole a tagliare le spese superflue, non abbia influito sull’acquisto degli stupefacenti nel territorio dell’UE. Questo accade perché il mercato ha messo a disposizione dei consumatori numerose droghe “low cost”, ma efficaci come quelle tradizionali.
Secondo il report, infatti, a fronte di un diminuito uso di cocaina ed eroina, è aumentata in maniera esponenziale la diffusione di droghe sintetiche e delle cosiddette smart drugs, le “droghe furbe”.
La denominazione “smart” è relativa all’escamotage di drogarsi con sostanze o prodotti la cui vendita è legale, ma che garantiscono gli effetti allucinogeni e psicotropi delle droghe.

A tal proposito, durante un’interrogazione parlamentare avvenuta lo scorso anno, l’eurodeputato Tiziano Motti ha richiamato l’attenzione della Commissione di Bruxelles sull’utilizzo “alternativo” dei profumatori d’ambiente, venduti legalmente nei cosiddetti “smart-shops. Motti ha inoltre proposto allo stesso Parlamento europeo, nonché ai media, di chiamare le droghe alternative “trash drugs”- droghe spazzatura – in quanto il termine “smart” ha invece l’accezione positiva di “astuzia”. Questo, spiega l’europarlamentare, al fine di “evitare di promuovere positivamente il fenomeno e favorire indirettamente le aspettative dei giovani consumatori“.

Le droghe “furbe” comprendono sia gli utilizzi alternativi di liquidi o gas, che le sperimentazioni chimiche atte a produrre mix letali per l’essere umano; nel territorio dell’Unione Europea ne circolano circa 670.
Alla prima categoria appartengono le bombolette spray ad aria compressa, il cui uso alternativo è molto frequente. Risale a pochi mesi fa il caso del gestore di una ferramenta di Firenze, che ha deciso di interrompere la vendita del prodotto ai minori, dato che lo usavano per sballarsi in alternativa agli alcolici, che per legge non gli possono essere venduti.
Il propano contenuto nelle bombolette, infatti, garantisce effetti di alterazione dell’udito e della vista, apportando un’effimera sensazione di benessere, con conseguenze disastrose sulla salute dell’organismo: i danni provocati alla mielina del cervello, ai neuroni e ai polmoni sono infatti irreversibili.

Per quanto concerne i mix letali di sostanze chimiche, come spiega il professor Fabrizio Schifano, è preoccupante il duello tra gli operatori che stabiliscono la capacità drogante di una sostanza e la criminalità organizzata, la quale trova sempre un espediente per modificare una droga alternativa e renderla legale.
Anche la polizia si trova in grave difficoltà davanti a questo fenomeno: come spiega il responsabile dell’ufficio accertamenti tecnici di polizia giudiziaria Antonio di Tommaso, la vendita delle smart drugs costituisce la fetta più grossa del mercato degli stupefacenti: circa il 60% dei giovani italiani le hanno provate almeno una volta.
L’enorme diffusione delle “droghe furbe” va fermata prima che sia troppo tardi; ci si auspica, in questo senso, che i dati raccolti dal report dell’Osservatorio europeo delle droghe e delle tossicodipendenze spingano la Commissione europea ad agire per arginare la gravità del fenomeno.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...